Spostamento della cucina

Spostamento della cucina

Spostamento della cucina durante i lavori di ristrutturazione

Spesso quando si decide di ristrutturare, nella nuova distribuzione degli spazi interni si vuole spostare la cucina in un locale diverso.

Lo spostamento della cucina durante i lavori di ristrutturazione è solitamente fattibile, ma è fondamentale capire il punto in cui si trova lo scarico dell’acqua. Infatti è fondamentale che esista una pendenza di almeno 1 cm ogni metro.

Per capire se il tubo dello scarico ha una pendenza adeguata allo spostamento della cucina è necessario demolire il pavimento per verificare se esista o meno la pendenza necessaria allo spostamento.

Nel caso in cui non vi sia la pendenza necessaria esistono due opzioni:

  1. Realizzare un gradino al fine di ricavare lo spazio per ottenere la giusta pendenza.
  2. Posizionare un sanitrit, nel caso in cui si debba ricorrere a questa opzione, è necessario che l’utente finale stia costantemente attento alla manutenzione ordinaria durante l’utilizzo.

Quando si sposta la cucina durante i lavori di ristrutturazione bisogna prestare attenzione anche ai punti elettrici, sia punti luce che prese, pertanto è importante avere ben chiaro lo schema della cucina prima dell’inizio dei lavori di ristsrutturazione, in quanto le tracce degli impianti saranno una delle prime lavorazioni da effettuare in seguito alle demolizioni.

Nel caso di spostamento della cucina ad altro ambiente è anche importante capire se si voglia o meno spostare il gas, in quanto secondo la normativa vigente è obbligatorio realizzare un foro di ventilazione/aerazione. Se l’appartamento è situato all’interno di un condominio, è necessario capire se si possa realizzare tale apertura in facciata, eventualmente anche tramite verifica del regolamento di condominio o richiesta all’amministratore condominiale.