Scelta delle luci durante una ristrutturazione: luce calda o luce fredda

Scelta delle luci durante una ristrutturazione: luce calda o luce fredda

Scelta delle luci durante una ristrutturazione: luce calda o luce fredda

Quando si studiano gli ambienti interni, un dettaglio che non si deve sottovalutare o trascurare è il tipo di luce da scegliere. La tipologia di luce, infatti, gioca un ruolo fondamentale sul carattere che si vuole dare agli spazi interni.

La differenza della luce dipende fondamentalmente dalla temperatura della luce.

  • sotto i 3300 K si ha una luce calda,
  • sopra i 5300 K siamo in presenza di luce fredda,
  • tra i 3300 K e i 5300 K la luce si può considerare neutra

La luce calda tende verso i toni del rosso, giallo e arancione, mentre la luce fredda tende verso i toni del blu.

La scelta della tipologia di luce è importante per il comfort visivo e per valorizzare alcuni elementi di dettaglio costruttivo, ad esempio una parete in pietra, delle nicchie in cartongesso all’interno delle quali si espone un oggetto particolare, o per valorizzare gli elementi di arredo.

La luce calda da una sensazione di calore, che fa sentire la propria casa più accogliente, la luce fredda invece fa sentire la propria casa più ordinata e pulita. Nel caso in cui si preferisse avere un’ambientazione con luce a giorno, suggeriamo di utilizzare lampade a led a luce neutra 4000 K.

Vediamo nel dettaglio le luci ambiente per ambiente:
– Cucina: si dovrebbero prediligere le luci fredde o neutre perché hanno una migliore resa in luminosità, tali da rendere più facile la preparazione e la cottura dei cibi.
– Sala e camere: la luce dipende dalla tipologia di arredo scelto e dall’utilizzo che si fa degli ambienti. Le luci fredde si accostano bene con arredi contemporanei e moderni, le luci calde si affiancano ad arredi Shabby chic, provenzali, country, etc. La luce calda, in quanto non intensa permette un maggiore relax, la luce fredda permette una più facile attenzione, nonché illuminazione “a giorno”.
– Studio: lo studio, sia esso una camera, una scrivania o un angolo, dovrebbe avere una luce fredda, in quanto affatica meno la vista consentendo di visualizzare con facilità ogni dettaglio.
– Bagno: si dovrebbe prediligere una luce in abbinamento all’arredo bagno. Senza scordarsi che per le attività di routine quotidiana quali trucco, rasatura, etc sarebbe opportuno avere una luce fredda, che però potrebbe anche essere la sola luce dello specchio.