Scegliere il nuovo pavimento di casa durante una ristrutturazione

Scegliere il nuovo pavimento di casa durante una ristrutturazione

Scegliere il nuovo pavimento di casa durante una ristrutturazione

Una scelta importante in fase di ristrutturazione è quella relativa alla tipologia di pavimento.

La sostituzione dei pavimenti risulta essere spesso un intervento necessario per rinfrescare gli ambienti e abbinarli in modo coerente al nuovo arredo, o per uniformare case con diversi strati e differenti altezze e spessori di pavimenti.

Di fronte ad una scelta di ristrutturazione dei pavimenti il primo step è scegliere se posare il nuovo pavimento in sovrapposizione all’esistente, o se rimuovere il vecchio e posare il nuovo. In quest’ultimo caso, potrebbe rendersi necessario il rifacimento del massetto esistente.

E’ sempre bene chiedere un supporto ed un suggerimento ad un architetto che possa valutare lo stato dei luoghi e che possa proporvi la migliore soluzione tecnica ed estetica.

Prima di decidere di sovrapporre un altro strato di pavimento è necessario capire le seguenti:

  • Il pavimento esistente è in piano o presenta più livelli?
  • Se si sovrappone il pavimento gli infissi esterni, la porta blindata e le porte interne, continueranno ad aprirsi? O lo spessore del nuovo pavimento potrebbe impedirne l’apertura?

Scegliere di sovrapporre il pavimento ha costi decisamente inferiori, è un intervento molto rapido e causa pochi rumori quindi “vicini di casa” più felici.

Scegliere di rimuovere il solo strato di pavimento potrebbe comportare in alcuni casi un necessario livellamento del sottofondo.

Scegliere di eseguire il rifacimento del massetto, è sicuramente la soluzione più onerosa, ma anche quella più completa e che consente il rifacimento totale degli impianti esistenti.

Si può optare per una posa incollata di pavimento in gres, parquet o laminato. Talvolta si rende necessario però, suggerire ed eseguire la posa di un pavimento flottante, sia esso laminato, parquet prefinito o vinilico, al fine di non rischiare eventuali lesioni del nuovo pavimento dettato dai movimenti del vecchio pavimento (ad esempio nel caso di vecchio parquet o di cementine).

Nel caso in cui si dovesse optare per una posa incollata, parquet incollato o gres, si dovrà in alcuni casi procedere con il livellamento della superficie o la graffiatura in caso di pavimenti molto lisci come marmo e simili.

La scelta del tipo di pavimento è molto delicata e personale. E’ sempre bene valutare il materiale più indicato alle proprie esigenze.