Lavori di ristrutturazione? Affidatevi a chi è assicurato!

Lavori di ristrutturazione? Affidatevi a chi è assicurato!

E’ arrivato il momento di ristrutturare casa! Avete scelto il progettista? Dovete cercare l’impresa a cui affidarvi per i lavori? O meglio…vi volete affidate ad un General Contractor in modo da dover essere sollevati da qualsiasi rogna burocratica, tecnica, esecutiva, di scelta soluzioni e prodotti? E’ bene pensare prima ad un aspetto importante, non per niente trascurabile e oggi molte persone non lo sanno ancora!

La casa infatti è uno dei beni rifugio per eccellenza, considerata da tutti  come un capitale da conservare attraverso interventi migliorativi e che possano aumentarne anche il valore nel tempo.

Bisogna “convincersi” che in un progetto edilizio di un professionista,  o nei lavori affidati ad una ditta o impresa specializzata la responsabilità di quanto potrebbe accadere non ricade solo su tecnici e addetti ai lavori ma viene di fatto condivisa, soprattutto per quanto riguarda alcuni obblighi quali la sicurezza e la vigilanza nei confronti di circostanze rischiose, il rischio e la probabilità di fatti e avvenimenti imprevisti nel vostro cantiere. Nemmeno quando il progetto viene appaltato completamente si può risultare estranei alla responsabilità, e proprio per questo motivo è importante tutelarsi con soluzioni mirate alle esigenze specifiche che potrebbero sorgere.

Quando si sceglie una società, un’impresa o degli artigiani per la ristrutturazione della propria abitazione, è bene sapere che tutta la procedura inerente i lavori di ristrutturazione (o di costruzione) di una unità immobiliare di qualsiasi natura hanno un “peso” fondamentale, per niente trascurabile, ma soprattutto è un obbligo di legge.

Vi è sempre un’assunzione di responsabilità delle parti che intervengono nell’opera edile; non solo i tecnici preposti quali gli architetti, gli ingegneri, i geometri, i direttori dei lavori, l’impresa edile oppure i singoli operai, ma anche il committente diventa corresponsabile per i rischi di danni materiali o fisici che questo tipo di lavoro può procurare sia ai prestatori d’opera che verso terzi.

Per questo motivo diventa indispensabile stipulare un’assicurazione per la  copertura  della responsabilità civile per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile. Quando si realizzano lavori, incidenti e inconvenienti sono sempre dietro l’angolo: danni allo stabile in costruzione, alle costruzioni vicine, a soggetti coinvolti in cantiere o estranei ai lavori. Sarebbe quindi bene poter contare su una copertura assicurativa appropriata.

Un buon indicatore di professionalità, a prescindere dalla complessità dell’intervento edile, è la presenza di una polizza assicurativa, per mezzo della quale “almeno” sono :

  • assicurati tutti i soggetti coinvolti nella costruzione: committenti, progettisti, imprenditori e artigiani;
  • assicurati i danni a seguito di incidenti di costruzione;
  • assicurati costi per lavori di sgombero e smantellamento fino al 10% della somma di assicurazione costruzioni;
  • assicurati moduli complementari, tra cui quelli per danni durante il periodo di garanzia, materiale di installazione, spese supplementari.

Scegliere l’impresa giusta o un General Contractor affidabile con una buona polizza assicurativa vi tutelerà nel caso si verifichino imprevisti. Il ricorso alla polizza assicurativa potrebbe rivelarsi necessario anche a seguito di interventi non particolarmente complessi (come ad es. la rottura di un tubo idrico appena sostituito, con conseguente allagamento dell’appartamento e rigonfiamento del vostro parquet appena posato). E’ consigliabile pertanto selezionare una ditta più affidabile (senza per forza spendere di più), per evitare dopo di sborsare ingenti capitali o avventurarsi in lunghi e noiosi contenziosi.

L’ostacolo più importante oggi sulla scena del mondo delle ristrutturazioni è che non è ancora stata recepita l’estrema importanza che riveste un’attenta valutazione e programmazione dei rischi da coprire legati all’attività del cantiere. Le varie polizze assicurative vengono viste come ulteriori costi relativi alla contabilità di cantiere, senza recepirne invece la fondamentale importanza per tutelarsi dagli innumerevoli eventi dannosi che possono verificarsi nel periodo di costruzione di un’opera. Esse sono infatti un investimento in termini di protezione per tutta la filiera dei lavori, compreso il proprietario e committente dei lavori.